prevenzione omeopatica influenza Posts

Come l’Omeopatia ti dà una mano a prevenire tutti i tipi di influenza…

OVVERO, CURIOSITÀ E CONSIGLI SU COME PREVENIRE E COMBATTERE I SINTOMI DELLA MALATTIA PIÙ PREOCCUPANTE DEL MOMENTO.

Dr. Dario L. Dinoi
Farmacista Esperto in Omeopatia – Docente di Omeopatia presso il COII

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PREMESSA

Siamo in un momento delicato e molti pazienti in questi ultimi giorni, bombardati da fonti di informazione molto diverse tra loro, hanno iniziato ad approvvigionarsi in maniera indiscriminata di farmaci ed integratori per la stimolazione delle difese immunitarie, tendendo a fare confusione tra le diverse classi di farmaci e  tra i diversi modi di fare prevenzione sia contro la normale influenza, sia contro quella da Coronavirus.

Le  righe successive hanno un carattere divulgativo, non sono rivolte ai professionisti della salute. Ti serviranno, magari, a rinfrescare concetti che già conosci.

Per qualsiasi altro chiarimento, ti invito a contattarmi per ricevere ulteriori informazioni.

Ti invito, soprattutto, a prendere visione delle linee guida per la prevenzione del COVID-19 emanate dall’Istituto Superiore di Sanità.

 

 

QUALI SONO I PRINCIPALI FARMACI PER LA CURA DELL’INFLUENZA?

Non serve curare l’influenza con le terapie antibiotiche in quanto non si tratta di una malattia di origine batterica, ma virale.

Molti  prodotti in commercio (a base di paracetamolo, farmaci antiinfiammatori, anti-istaminici  e   decongestionanti nasali) sono utilizzati per il trattamento dei principali sintomi, ma non intervengono in modo specifico sulle cause della malattia.

E’ ancora presto per il vaccino  contro l’influenza stagionale e non si hanno ancora notizie chiare su quello per il CoViD-19.

Quindi, bisogna,  almeno al momento, affidarsi ad una prevenzione mediante una  immuno-stimolazione anti-virale aspecifica.

Come spesso accade, ci si può rivolgere all’omeopatia quando non ci sono altre cure possibili.

 

 

IMMUNOSTIMOLANTI OMEOPATICI

Gli immunostimolanti omeopatici sono una famiglia di prodotti che possono contenere al loro interno molti attivi di origine vegetale, animale o minerale, estremamente diluiti e preparati secondo precise regole e  capaci di stimolare una risposta immunitaria del nostro organismo.

Contro tutti i virus dell’influenza e delle altre malattie da raffreddamento, oggi, sono a disposizione di tutti moderni medicinali omeopatici in varie forme farmaceutiche: granuli, globuli, spray nasali, bustine oro-solubili, ma anche compresse, gocce e fiale –  tutti di facile somministrazione ed adatti a bambini ed adulti.

Essendo composti da un mix di attivi, funzionano bene sia nella fase di prevenzione dell’influenza e delle malattie para influenzali (anche semplici raffreddori, faringiti, tonsilliti batteriche ad esempio), sia nella fase di cura dei sintomi dell’influenza vera e propria (dolori alle ossa, brividi, febbre, mal di gola, placche,…), ma anche nella fase di convalescenza per evitare le ricadute.

Esistono anche prodotti specifici per chi, negli scorsi anni, ha avuto sintomi influenzali intestinali .

 

Vale la pena ricordare che l’omeopatia, a differenza delle terapie tradizionali, presta molta attenzione ai sintomi con cui si presenta l’influenza in ciascun soggetto.

Distingue per esempio tra febbre improvvisa del primo giorno e febbre che sale lentamente, febbre con sete e senza sete, gola arrossata e gola purulenta con le placche (contrariamente alla medicina tradizionale che prescriverebbe  antibiotico, antiinfiammatorio e paracetamolo per tutti i casi), ecc…

 

Bisognerà, di conseguenza, raccontare i sintomi nella maniera più precisa possibile al professionista da cui abbiamo deciso di farci seguire che sia medico o farmacista (a seconda dei rispettivi ruoli) e non ad esperti improvvisati da gruppone social…

 

L’omeopatia presenta tutta una serie di vantaggi  rispetto alle terapie tradizionali, alle quali, tra l’altro, può essere abbinata con successo (il vaccino virale copre solo dai virus in circolo durante la stagione in corso, ma non da tutti gli altri microrganismi patogeni con cui quotidianamente veniamo in contatto).

 

Chi ha fatto in passato, o ha deciso di fare,  il classico vaccino virale può contemporaneamente fare l’immuno-stimolazione omeopatica per proteggersi in maniera ancora più adeguata.

 

Il virus dell’influenza muta molto velocemente  e una protezione in più, specialmente  nei soggetti a rischio, non può far male.

 

Grazie alle elevate diluizioni, i farmaci omeopatici sono generalmente privi di effetti indesiderati legati alle quantità assunte e di tossicità chimica.

Possono essere assunti in sicurezza  da tutti coloro che, per un motivo o per l’altro, non possono fare il vaccino virale o il vaccino batterico.

 

 

Una grande Nazione come l’India ha scelto l’omeopatia per fare la prevenzione dell’influenza da Coronavirus proveniente dalla Cina.

L’omeopatia infatti è un metodo efficace ed economico per la prevenzione e la cura dell’influenza e delle malattie invernali in genere.

La prevenzione utilizzata a tappeto in India si basa sull’assunzione del farmaco omeopatico Arsenicum Album, un farmaco dei tessuti nobili, spesso utilizzato nella cura e nella prevenzione di molte affezioni respiratorie sia acute che croniche (febbri di vario genere, bronchiti, polmoniti, asma, riniti, riniti allergiche…).

Le linee guida emanate dal ministero della salute indiano, raccomandano l’assunzione di 3 granuli al dì di Arsenicum Album 30CH per 3 giorni consecutivi, ripetendo l’assunzione per almeno tre mesi.

Altri prodotti utili possono essere dei Farmaci omeopatici complessi (che hanno nella propria composizione più farmaci unitari insieme) che attivano l’immunità cellulo-mediata in maniera aspecifica, aumentando l’espressione di interferoni ed interleuchine che stimolano la produzione nel nostro organismo di cellule Natural Killer.

Posologia 5 granuli per 2 volte al dì per adulti e bambini.

Esistono anche degli Spray che proteggono la mucosa nasale rendendola difficilmente permeabile all’ingresso dei virus potenziando il MALT, il sistema linfoide associato alle mucose.

Posologia: 2 puff per narice 4-5 volte al dì.

 

Prodotti a base di Penicillum chrysogenum utili  per stimolare il rilascio di Lisozima

Modalità d’uso: 10 gocce al giorno per 21 giorni Nei bambini < 10: 1 goccia per ogni anno di età

associati a fermenti lattici specificiper promuovere la risposta organica dell’apparato gastro intestinale.

Modalità d’uso: 2 capsule al giorno per 30 giorni.

 

Esistono anche delle lozioni  igienizzanti naturali su base  idro-alcolica, utilissimi per l’igienizzazione delle mani e degli ambienti. Si tratta di prodotti in spray da 100ml da portare in borsa e da spruzzare direttamente sulle mani o negli ambienti dove si soggiorna.

 

 

QUANDO AGIRE?

Possiamo fare in qualsiasi momento dell’anno l’immuno-stimolazione omeopatica  (che  poi nessuno vieta di continuare, a cicli, per tutto l’anno…).

 

PERCHE’ INIZIARE ORA?

Prima inizi, prima vedrai i risultati.

Il risultato dell’immuno-stimolazione dipende dalla situazione di partenza del tuo sistema immunitari.

Per cui, più cicli di immunostimolanti faiminore sarà il rischio di contagio quando verrai in contatto con virus e batteri.

 

RICAPITOLIAMO:

  1. GLI IMMUNOSTIMOLANTI OMEOPATICI E GLI INTEGRATORI SI POSSONO ASSUMERE CONTEMPORANEAMENTE AI VACCINI VIRALI?  SI – SI OTTIENE UNA PROTEZIONE PIÙ COMPLETA.
  2. POSSONO ESSERE ASSUNTI DURANTE TUTTO L’ANNO? SI – PERCHÉ AGISCONO OLTRE CHE NELLA PREVENZIONE ANCHE IN ACUTO.
  3. PRESENTANO EFFETTI COLLATERALI? NO.
  4. POSSONO ESSERE ASSUNTI IN SICUREZZA DA TUTTA LA FAMIGLIA? SI.
  5.  SU QUALI FASI DELL’INFLUENZA AGISCONO? SU TUTTE: PREVENZIONE, ACUTO, CONVALESCENZA, RICADUTA!
  6.  HANNO INTERAZIONI CON ALTRI MEDICINALI? NO – TUTTAVIA È BENE CONSULTARE SEMPRE IL MEDICO O IL FARMACISTA.
  7. QUAL È IL MOMENTO GIUSTO PER INIZIARE? SUBITO!